Articoli del 2018 · Attivismo · Letture e Citazioni consigliate · Politica · Storia

L’invito alla partecipazione politica di Calamandrei: “La libertà è come l’aria, ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare”.

A poche ore dal voto, dopo una campagna elettorale segnata da toni duri, sconcertanti, vergognosi, immersi nell’onda reazionaria e populista che ha ampliato (non generato, ci sono da sempre, volutamente…) un ritorno al fascismo legittimandolo in sede di votazione, disattendendo ogni morale e costituzionalità; rileggiamo queste parole, questo monito, voce lontana di chi la Costituzione… Continue reading L’invito alla partecipazione politica di Calamandrei: “La libertà è come l’aria, ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare”.

Articoli del 2018 · Commemorazioni · Letture e Citazioni consigliate · Storia

“I bambini piccoli, nudi e scalzi, in attesa del loro turno nelle camere a gas”. Il ricordo di Yankel Wiernik su Treblinka.

Quando parliamo dello sterminio perpetrato dal nazifascismo durante la seconda guerra mondiale, non si da più rilevanza ed importanza a due fattori: l’unicità storica di quella tragedia, a cui nulla può essere paragonato, e la totale coerenza d’azione con l’ideologia che l’ha resa possibile. Quel che è accaduto, non è la deviazione di un pensiero,… Continue reading “I bambini piccoli, nudi e scalzi, in attesa del loro turno nelle camere a gas”. Il ricordo di Yankel Wiernik su Treblinka.

Articoli del 2017 · Città di Roma · Cultura · Letture e Citazioni consigliate

Una poesia e un saggio sulla “luce” del Natale – di Pier Paolo Pasolini.

Sono gli ultimi giorni dell’anno. Il benessere accende, verso sera, in tutti gli uomini una specie di follia: la smania inespressa di essere più felici di quanto siano … E’ sempre una speranza che dà pietà: anche il piccolo borghese più cieco ha ragione di averla, di tremarne: c’è un istante in cui anch’egli infine… Continue reading Una poesia e un saggio sulla “luce” del Natale – di Pier Paolo Pasolini.

Articoli del 2017 · Cultura · Letture e Citazioni consigliate · Satira

Umberto Eco – 40 regole per parlare bene l’italiano.

Ad un anno dalla sua scomparsa, 40 regole per parlare un italiano corretto, con l’immancabile dose d’ironia…   Evita le allitterazioni, anche se allettano gli allocchi. Non è che il congiuntivo va evitato, anzi, che lo si usa quando necessario. Evita le frasi fatte: è minestra riscaldata. Esprimiti siccome ti nutri. Non usare sigle commerciali… Continue reading Umberto Eco – 40 regole per parlare bene l’italiano.

Articoli del 2017 · Cultura · Letture e Citazioni consigliate

Identità nei personaggi di Julien Sorel de “Il Rosso e il Nero” e Jacopo Ortis. – di Beatrice Gallucci.

     Julien Sorel, protagonista de Il rosso e il nero di Stendhal, è un personaggio che rimane in parte indefinito: i suoi moventi, i suoi fini e il suo carattere restano inafferrabili, avvolti nel mistero, così come il gesto finale, il discorso rivolto ai giudici che chiude il processo, clamoroso colpo di scena che capovolge… Continue reading Identità nei personaggi di Julien Sorel de “Il Rosso e il Nero” e Jacopo Ortis. – di Beatrice Gallucci.

Articoli del 2017 · Da altri siti · Letture e Citazioni consigliate · Politica · Storia

Foibe: un “Giorno della Memoria” fatto di miti, antistoricità e revisionismo. Otto articoli per comprendere a fondo.

Il 10 Febbraio è il “Giorno della Memoria”, istituita nel 2004, per «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale». L’attenzione è soprattutto rivolta alle cosiddette “foibe”, gli inghiottitoi carsici dove, secondo i… Continue reading Foibe: un “Giorno della Memoria” fatto di miti, antistoricità e revisionismo. Otto articoli per comprendere a fondo.

Articoli del 2017 · Cultura · Letture e Citazioni consigliate

Lettura e commento de “La Ginestra” di Giacomo Leopardi – di Beatrice Gallucci.

di Beatrice Gallucci.   Nella primavera del 1836, mentre a Napoli dilaga un’epidemia di colera, ospite nella villa Ferrigni di Torre del Greco, alle falde del Vesuvio, Leopardi compone i suoi due ultimi canti La ginestra, o il fiore del deserto e Il tramonto della luna.    Quelle de La ginestra sono dunque le ultime parole… Continue reading Lettura e commento de “La Ginestra” di Giacomo Leopardi – di Beatrice Gallucci.