Articoli del 2019 · Città di Roma · Cronaca · Politica · Storia

Una mano di vernice e via, ma non su tutto… La scritta alla Garbatella e Tajani.

Nel quartiere della Garbatella di Roma, un graffito di rilevanza storica restaurato qualche anno fa, protetto da pensilina e con accanto una targa esplicativa (quindi, non puoi sbagliarti in nessun modo…), viene cancellato dal servizio di decoro urbano di Roma Capitale (ah… ma esiste? non lo avremmo mai detto…). Sorte simile per il murale dedicato… Continua a leggere Una mano di vernice e via, ma non su tutto… La scritta alla Garbatella e Tajani.

Articoli del 2018 · Attivismo · Città di Roma · Commemorazioni · Cronaca · Storia

4 Giugno 1944: l’eccidio de La Storta, Bruno Buozzi, il sindacalismo e la lezione che ci impartiscono in questi giorni.

Tra il 4 e il 5 Giugno del 1944, Roma viene liberata dall’occupazione nazifascista dalle truppe alleate angloamericane guidate dai generali Mark Wayne Clark e Harold Alexander. Nei giorni precedenti, il comando tedesco appronta la sua progressiva ritirata verso nord, sicura dell’impossibilità di uno scontro diretto sul territorio romano contro la macchina da guerra statunitense.… Continua a leggere 4 Giugno 1944: l’eccidio de La Storta, Bruno Buozzi, il sindacalismo e la lezione che ci impartiscono in questi giorni.

Articoli del 2017 · Città di Roma · Commemorazioni · Storia

17 Aprile 1944 – Il rastrellamento del Quadraro.

Siamo nell’Aprile del 1944 a Roma, sotto l’occupazione nazista; la situazione della capitale italiana è al massimo della tensione e dello stremo. Il comando tedesco, che dal 12 Settembre del 1943 (pochi giorni dopo l’Armistizio di Cassibile) ha il controllo effettivo della “città aperta” di Roma, mantiene l’occupazione con estrema durezza e repressione, con continui… Continua a leggere 17 Aprile 1944 – Il rastrellamento del Quadraro.

Articoli del 2013 · Politica · Repressione e controllo · Ricordi · Storia

Per Giacomo Matteotti

  Pubblicato il 10 Giugno 2013   Il 10 Giugno del 1924, veniva assassinato Giacomo Matteotti, deputato socialista che apertamente, in parlamento, denunciò i brogli e il clima di terrore in cui si svolsero le elezioni. Mussolini, nel gennaio 1925, si assumerà la responsabilità politica, morale e storica dell’omicidio; nel momento in cui un capo… Continua a leggere Per Giacomo Matteotti