Articoli del 2019 · Attivismo · Città di Roma · Cronaca · Reblog · Repressione e controllo

Lo sgombero di Via Cardinal Capranica – Cosa succede quando la polizia interviene per sgomberare un’occupazione abitativa?

WhatsApp Image 2019-07-15 at 22.58.30

L’occupazione di Via Cardinal Capranica a Roma è definitivamente sgombrata.
Da ieri notte, un’operazione di forza senza precedenti da parte delle Forze dell’Ordine ha sgomberato oltre 300 persone, tra cui 80 minori. Persone, ormai, integrate nel tessuto del quartiere (romani, italiani e stranieri).
Lo sgombero è avvenuto con modalità a dir poco belliche, per la pianificazione e per i mezzi in campo: 18 blindati della polizia, 6 camionette dei carabinieri, 6 defender, 2 camion idranti e un elicottero.
In una situazione di gravissima emergenza abitativa come quella di Roma, si continua la strada della cieca “legalità” contro gli ultimi e i luoghi di aggregazione sociale. Legalità che, con questi toni e modi violenti, non tocca mai i grandi interessi e capitali.
Stato d’assedio a Roma, dove convive una situazione paradossale: le case sfitte dei grandi proprietari immobiliari ed edifici pubblici abbandonati sono maggiori delle famiglie con seri problemi di alloggio e in lista per l’assegnazione.
Quindi, il problema è di malaredistribuzione e malagestione.
Nello specifico, gli abitanti dell’ex scuola di Primavalle hanno precedentemente rifiutato le soluzioni proposte dal Comune, dato che, nella totalità dei casi, i nuclei familiari vengono smembrati e i minori affidati a case famiglia.

Ma, ormai, a sgombero avvenuto, cosa accade dopo alle strutture e agli effetti personali degli occupanti?

In questo articolo, affrontavamo proprio il suddetto problema, per comprendere meglio la tragedia del finire senza un tetto in questo momento e in questo sistema.

IL GIORNALE DEL RICCIO

sgomebri

Negli ultimi anni, gli sgomberi all’interno delle realtà occupate, sia per uso abitativo che per fini sociali, hanno visto un aumento sia numerico che di violenza.
Per i toni utilizzati dai media nel definire e presentare le occupazioni, e per la non conoscenza reale di queste situazioni, molte persone pensano che gli occupanti si “approprino” di confortevoli case, belle e pronte, senza tirar fuori un soldo.
La situazione reale, è molto lontana da questa visione…

Evitando il lungo e complesso discorso del diritto all’abitazione, sempre più dimenticato e non compreso, anche e soprattutto dalle stesse fasce sociali che dovrebbero per prime lottare per esso, vero specchio dell’assurdità e dell’iniquità del sistema economico attuale, dove ci sono migliaia di famiglie senza un tetto e, ancor più, migliaia di case vuote; gli edifici che vengono occupati dai movimenti sono sempre strutture abbandonate, molto spesso nemmeno completate, che vergognosamente non vengono utilizzate…

View original post 935 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...