Articoli del 2018 · Commemorazioni · Videogiochi

20 anni di SEGA Dreamcast.

 

DSC_0007b
La “SEGA Hard Girl” dedicata al Dreamcast, personificazione della console.

Il 27 Novembre 1998 debutta sul mercato giapponese la prima console a 128 bit, il SEGA Dreamcast.

La console univa una potenza di calcolo inimmaginabile per l’epoca, insieme a soluzioni tecniche hardware e software pionieristiche che faranno scuola per tutte le console future, come il complesso anti-aliasing dell’intera scena, correzioni prospettiche delle texture, creazione di ombre e luci su grandezza volumetrica e il famoso Hidden Surface Removal (H.S.R.), che permetteva la creazione dei soli poligoni visibili a schermo.

capture.0.jpg

Il Dreamcast vantava feature originali, alcune adottate per la prima volta nella storia del videogame, fra le tante: la connessione internet, il gioco online, sistema operativo Windows CE, la Visual Memory Unit (VMU) (memory card che inserita dava al controller funge da schermo LCD e da sola come piccola console portatile), connessione Ethernet, Web Cam, Web TV dedicata e una miriade di periferiche, dalla più comune tastiera alla canna da pesca e maracas.

untitled.pngLa stessa, disponeva di uno dei parchi titoli qualitativamente più elevati di sempre, con videogiochi che ancora oggi sono oggetto di culto e ispirazione, come Sonic Adventure, Jet Set Radio, Crazy Taxi, Phantasy Star Online, Space Channel 5, Skies of Arcadia, Ferrari F355 Challenge, Soul Calibur, Virtua Tennis, Ikaruga, fino ai due grandi capolavori assoluti: Rez, videogame sinestetico di Tetsuya Mizuguchi che eleva a vera e propria opera d’arte il videogame, unendo ad un potente stile visivo e visionario, la musica e le vibrazioni; Shenmue, il videogame dei videogame del grande game designer Yu Suzuki, che con una trama poetica, una colonna sonora d’altissimo livello, s’imporrà come modello ed esempio per il genere esplorativo e “free roaming” (al momento della sua uscita, non era possibile collocare Shenmue in un genere, venne appositamente coniato il termine FREE “full reactive eyes entertainment”).

wp-01-Shenmue-Ryo_Ling_Chang-1024.jpg
Shenmue

Per tutte queste motivazioni, il Dreamcast vanta tutt’ora una comunità attivissima di fan e di sviluppatori che continuano a produrre videogame per questa console rendendola, dopo venti anni, più viva che mai.

Perciò… Tanti auguri Dreamcast, per questi primi 20 anni, fatti d’insuccesso commerciale, ma di enorme successo storico e tra i fan.

Sega_Dreamcast_logo_on_case.jpg

Marcello Colasanti

 

Vuoi conoscere il ruolo del Dreamcast sulla storia del videogame Online? Leggi questo: APPROFONDIMENTO: Internet su console, un’integrazione moderna. Oppure no? – Come il sogno di un’azienda ha influenzato il gioco odierno.

copertina

CONTENUTO SCRITTO PER “IL GIORNALE DEL RICCIO”, VIETATO COPIARNE IL CONTENUTO ANCHE PARZIALE SU ALTRI SITI.
CHIEDIAMO GENTILMENTE DI CONDIVIDERE DIRETTAMENTE IL LINK DELL’ARTICOLO E DEL RELATIVO FACEBOOK.
GRAZIE PER LA DIFFUSIONE.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...