Reblog

Lettera di Mark Covell sull’irruzione alla Diaz.

IL GIORNALE DEL RICCIO

996529_10201237973225198_440983362_n

Pubblicato il 30 Luglio 2013

Questa è la lettera che Mark Covell, giornalista inglese che si trovava per lavoro al G8 di Genova, ha inviato al giudice del tribunale di sorveglianza di Genova.

Il giornalista fu quasi ucciso nell’irruzione delle forze dell’ordine eseguita il 21 Luglio 2001 nella scuola Diaz, ricordo, definito da Amnesty international:

“la più grande sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale, dalla fine della II guerra mondiale”.


La gravità dell’accaduto non risiede solo nel contesto dell’aggressione, ma anche e soprattutto, nel dopo e nel ragionamento dietro l’aggressione.
Il problema è nella sicurezza dell’impunità che muove tali soggetti. Sanno con certezza che, in un modo o nell’altro, la legge, non è uguale per tutti.

Con manomissioni, omissioni, depistaggi, pressioni, intimidazioni, è stata evitata l’applicazione della giustizia su quegli uomini che dovrebbero far rispettare le leggi, ma invece ne sono al di sopra.


Se non risolveremo…

View original post 1.772 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...